FANTONIMINNELLA

Il cinema georgiano al San Fedele

DESTINI GLOBALI

LIBERTA’ SUI MURI – STREET ART IN LOMBARDIA

LIBERTA’ SUI MURI
Mostra fotografica sulla Street Art Lombarda
di Maurizio Fantoni Minnella

La mostra consiste in una galleria di scatti urbani realizzati in giro per il mondo. Manifesti strappati,
locandine consumate dal tempo, un mondo di immagini e parole che testimonia il passare del tempo, la
storia che corre, le stagioni che si succedono senza fine.

A queste immagini verranno accostate altre forme d’arte sempre più presenti nelle nostre città: opere di
street art fotografate in varie location della Lombardia, dal lago Maggiore, alle aree abbandonate di Milano,
aziende dismesse, zone periferiche della provincia di Varese. Nel seguire i flussi della società globale, la
street art si pone come una forma espressiva senza confini; ovunque vi siano muri e luoghi abbandonati,
essa è presente.

La mostra è organizzata da FreeZone con il Partenariato del Comune di Varese e la
collaborazione del Museo Castiglioni

Sconto ai Soci Coop per l’ingresso alla Mostra e al Museo Castiglioni
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
L’idea dell’esposizione nasce dall’unione di due precedenti
mostre che presentavano il tema del muralismo e
quello dei manifesti pubblicitari all’interno di una dimensione
urbana. Ma se la prima, con il titolo di
Mutazioni
(2017), coglieva immagini e significati inediti attraverso
lo sguardo dell’obbiettivo fotografico, la seconda,
Le rotte
dell’immaginario, street art tra Genova e Cile
(2022) intendeva
porsi come documentazione inedita di un’arte libera
e schiettamente popolare, sempre più presente nelle città
e metropoli e quindi nel nostro immaginario.
Su questo bipolarismo si modella il progetto di una nuova
mostra, appunto, dal titolo
Libertà sui muri , che intende
unire in un
unicuum espositivo lo sguardo soggettivo del
fotografo che coglie dei manifesti murali forme insolite e
nessi imprevisti (mai intervenendo su di essi), facendone
espressioni anonime d’arte materica, e l’opera d’arte murale
intesa come documentazione visiva, cercando di evidenziarne
la sottile specularità

Fantasmi cileni Frammenti di un golpe lontano

MEMORIA DEL CILE TRA POLITICA LETTERATURA E MUSICA

RITMO BINARIO A GENOVA

LIBRI DI SABBIA A BOLOGNA

Il romanzo RITMO BINARIO

IL LATO D’OMBRA CON MONI OVADIA

LE ROTTE DELL’IMMAGINARIO GENOVA SANTIAGO VALPARAISO: STREET ART TRA ITALIA E CILE

Presentazione a Palazzo Grillo con Barbara Grosso ed Emanuela Caronti